GALLI: “DAL PROSSIMO ANNO BASTA...”

GALLI: “DAL PROSSIMO ANNO BASTA...”

279VISUALIZZAZIONI

L'ex viola Giovanni Galli è intervenuto ai microfoni di “Lady Radio” per parlare delle vicende di casa Fiorentina. Queste le sue parole, a cominciare da Fiorentina-Spezia: “Il primo tempo di grande difficoltà mentale. Nella ripresa è arrivato questo gol, la partita è cambiata sotto l’aspetto mentale. Il secondo tempo è stato esaltante, rispetto a tutto quello che si è visto oggi, che ha poco a che fare con il calcio. Si è sempre andato a cercare il bicchiere mezzo pieno. Mi auguro che questo possa servire per dare a questa squadra l’autostima, la convinzione che se si fa qualcosa tutti insieme, si ottiene il risultato.Se si va con le individualità, alla lunga si va poco lontano. Poi, occorre far una programmazione, visti i 10 punti dalla terzultima. Bisognerà fare tutte le analisi e le valutazione del caso. Il prossimo anno non ci sono scuse. Il primo anno era di rincorsa, il secondo c’è stato il covid. Per la prossima stagione occorre una Fiorentina competitiva. Firenze merita altro, ma lo stesso Commisso vuole altro. Deve trovare le persone giuste e, nel caso in cui quelle di adesso non siano all’altezza, deve cambiarle. Le critiche?Le abbiamo fatte perché la programmazione non ci sembrava così riuscita. Si è rivelata sbagliata. Anche cambiare continuamente allenatori è sintomo di confusione. Dipende tutto da quello che desidera il presidente. Vlahovic? Lo voglio nel progetto, anche se ogni tanto gli vorrei dare qualche pacchina anche senza motivo. Non facciamo le cavolate che ha fatto la Juventus con Kean. Si trovino due attaccanti buoni da mettergli a fianco. Servirebbe anche un giocatore complementare che lo aiuti. La Dirigenza? Basta mettere le cose in chiaro: c'è chi sceglie i giocatori e chi il resto. Non esiste che tutti facciano qualcosa. Ognuno ricopra il proprio ruolo”.