BRAVI TUTTI! FINALMENTE...

BRAVI TUTTI! FINALMENTE...

740VISUALIZZAZIONI

Finalmente l’orgoglio, finalmente una bella e insperata vittoria. E soprattutto finalmente la salvezza molto più vicina. Servivano punti e la Fiorentina è andata a prenderseli in una delle gare più complicate, contro una squadra di molto superiore come la Lazio, sfoderando un’ottima prestazione generale e una serata da incorniciare per il solito Vlahovic. Oggi meritano un plauso tutti, da Iachini per come ha preparato la sfida del Franchi a Ribery, dalla linea difensiva a Pulgar e Castrovilli, passando per un provvidenziale Dragowski. Bravi tutti, finalmente!

La salvezza, adesso, è a porta di mano, manca solo la matematica per mettere fine a questa stagione di sofferenza. Un’annata sciagurata che fa nascere rammarico per ciò che la Viola non ha fatto. Perché, al di là dei numeri, la rosa della Fiorentina non è da salvezza alle ultime giornate. Questa squadra poteva e doveva fare un altro percorso, decisamente migliore. È andata così, chi ha sbagliato si prenderà (si spera) le responsabilità dei propri errori - che ci sono stati, e molti -, ma ne parleremo in un altro momento. Aspettiamo la gara di Cagliari, facendo il possibile e l’impossibile per non uscirne battuti, e ascoltiamo dalla voce di Rocco Commisso qual è la sua idea di futuro. Il futuro prossimo della nostra Viola si decide adesso, con le scelte che si faranno nelle prossime settimane, a partire dalla permanenza o meno del nostro piccolo grande gioiello e dall’ambizione con la quale verrà scelto il prossimo allenatore. Aspettiamo dunque, con l’animo un po’ più sereno nel sapere che, male che vada, la Fiorentina il prossimo anno sarà in Serie A. Che visti i tempi che corrono, non è poco.

Articolo di Giacomo Cialdi