MiniBanner

Lutto1-copia.jpg

Nella storia gigliata Bergamo significa soprattutto il capitolo della quinta coccarda tricolore. Ma anche Atalanta-Fiorentina del 2 febbraio 1964 ha un sapore particolare: un match ricordato per la cinquina di Kurt Hamrin che ne ha fatto il giocatore impegnato in trasferta ad aver realizzato il maggior numero di reti in una partita di Serie A. Una prestazione che oscurò l'ultimo gol in maglia viola di Gianfranco Petris. Una gara entrata di diritto nella storia della Fiorentina e del calcio italiano anche perché su La Nazione il giornalista Beppe Pegolotti scrisse dello svedese: ''Quando corre sull'erba saltando sempre il difensore avversario, sembra proprio un uccellino che vola”... Tra i marcatori viola andò in gol anche Giovan Battista Pirovano, mentre per l'Atalanta Angelo Domenghini. Vestiva la casacca del club orobico l'ex gigliato Luigi Milan. La maglia n°3 della Fiorentina era sulle spalle di Rino Marchesi, che la Viola aveva acquistato dalla Dea nel 1960.

 

Antonio Capotosto

 

Seguici anche su Facebook: https://www.facebook.com/AleFiorentina1926/

 

 

Come spiega questa mattina Il Corriere Fiorentino, in vista del match di Parma con l'Atalanta Vincenzo Montella sembra intenzionato a confermare la squadra che ha pareggiato con la Juve, a cominciare dalla difesa a tre con Caceres insieme a Pezzella e Milenkovic. Davanti Chiesa e Ribery hanno fornito buone risposte, il ballottaggio tra Vlahovic e Boateng rischia di essere nuovamente rimandato, mentre per Pedro serve tempo. Il brasiliano ha lavorato a parte negli ultimi giorni e nel fine settimana giocherà con la Primavera di Bigica. Dove oltre alla voglia di rivincita dell’Atalanta, Montella dovrà guardarsi anche da due ex ai quali non fa difetto né la qualità né la precisione al tiro.

L’edizione odierna de Il Corriere dello Sport-Stadio si concentra questa mattina anche su quelli che sono i piani di Rocco Commisso a proposito di Federico Chiesa, uno dei nodi da sciogliere al più presto per il futuro della Fiorentina: l’obiettivo del tycoon è quello di provare a convincere il numero 25 a restare in viola otre la scadenza del suo contratto, 2022, con la promessa di difendere la qualità esistente, dandogli il ruolo di bandiera della squadra, uomo sul quale edificare i sogni della città. Basterà per strappare il sì del calciatore?

Spazio ai numeri della sfida di domenica tra Atalanta e Fiorentina sulle pagine odierne de Il Corriere dello Sport-Stadio, in particolar modo per quanto riguarda la crisi di risultati in casa viola leggermente smorzata dallo 0-0 di sabato scorso conto la Juventus: come scrive il quotidiano, l’obiettivo di Montella è tornare a vincere sette mesi dopo l’ultima volta. La Fiorentina non ottiene infatti i tre punti dal 17 febbraio scorso, quando a Ferrara si impose per 4-1 sulla Spal: da allora sono seguiti 17 turni di campionato con 10 sconfitte e 7 pareggi, una media di 0,41 punti a partita. Una striscia più lunga di insuccessi fu inanellata solo nel 1938, con 21 turni senza vincere: una vita fa.

Con quale modulo affrontereste l'Atalanta domenica? Foste in Montella, confermereste il 3-5-2 oppure... DITECI LA VOSTRA: commentate sulla nostra pagina Facebook (https://www.facebook.com/AleFiorentina1926/) oppure scriveteci alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

L'Opinione del Tifoso

L'Intervista al Tifoso

Il Punto di Giacomo Cialdi

Le Esclusive di Alé Fiorentina

Le News dai Viola Club

Le Glorie Viola

Gli aneddoti del Notaio

  • Cinquina 17-09-2019 14:58:55

    Il 18 settembre 1966 la Fiorentina ospitò la Lazio in una gara valida per la prima giornata del...

    Leggi tutto...

Informazioni Utili