MiniBanner

Lutto1-copia.jpg

Ero uno di quelli che, al ritorno di Montella a Firenze, aveva reagito positivamente. Questo perché lo avevo inteso come un segnale di maggiore impegno da parte della proprietà, di discontinuità... e in un certo senso lo è stato; e anche perché la Fiorentina di Montella esprimeva un gran calcio, il più bello che ho visto fare alla Viola. Certo, aveva grossi giocatori, ma poi si devono far giocare in quel modo, si deve inculcare loro una certa idea di calcio, e non è così scontato come qualcuno pensa (vedi Juventus di Allegri). Poi c'è stato il finale di stagione: triste, imbarazzante, spaventoso. L'allenatore chiaramente ha delle responsabilità, ma non può essere ritenuto il primo "colpevole" per il rendimento di una squadra alla sbando, psicologicamente svuotata.
Quindi, penso che dovremmo cercare di fingere che Montella sia arrivato solo ieri sera alla Fiorentina; dovremmo dargli fiducia, con una squadra che verosimilmente sceglierà lui, insieme al suo amico Pradè; dovremmo dimenticare l'orrore degli ultimi mesi e fidarci dell'intuizione di Commisso. E quindi, augurare un grande "Bentornato!" a Vincenzo, e in bocca al lupo. La prossima stagione, anche per lui, sarà delicata e decisiva. Forza ragazzi!

 

 


L'Opinione del Tifoso

L'Intervista al Tifoso

Il Punto di Giacomo Cialdi

Le Esclusive di Alé Fiorentina

Le News dai Viola Club

Le Glorie Viola

Gli aneddoti del Notaio

  • Cinquina 17-09-2019 14:58:55

    Il 18 settembre 1966 la Fiorentina ospitò la Lazio in una gara valida per la prima giornata del...

    Leggi tutto...

Informazioni Utili