MiniBanner

Lutto1-copia.jpg

C'è chi si sarebbe aspettato qualcosa in più dalla prima gara del Montella-bis, e chi invece è talmente disilluso da non nutrire alcuna speranza. Ieri contro il Bologna, effettivamente, non si sono visti molti elementi di discontinuità rispetto alla gestione Pioli, ma è anche normale: in quattro giorni il nuovo allenatore non poteva fare miracoli.

Montella ha optato per un 3-5-2, con Biraghi pronto ad abbassarsi in fase di non possesso, Chiesa largo a destra, Veretout vertice basso, il doppio attaccante, Hugo e Benassi in panchina. E' stata una Fiorentina decente, certamente più convinta di quella vista a Cagliari e la scorsa settimana contro il Frosinone: maggior pressing e più grinta. Del resto, lo stesso mister ci è sembrato felice e determinato, iniziando questa nuova avventura con lo spirito giusto. Sul piano del gioco, invece, poco di nuovo. I difetti della squadra sono più o meno gli stessi, con poche idee in mezzo al campo. I giocatori sono quelli che sono, difficile rivoluzionare il loro modo di giocare. L'elemento di maggiore discontinuità forse è stato il terminare la gara senza subire reti, cosa che non accadeva dal 9 febbraio contro il Napoli. La Fiorentina non ha subito gol, ma fatica a farlo (6 reti nelle ultime 7 gare): Muriel sembra in flessione, Chiesa nel primo tempo ha giocato un po' più distante dalla porta, e ci si è messo anche il palo. Ed è venuto fuori l'ennesimo pareggio, il sedicesimo di questo campionato.

Una cosa che non è piaciuta a molti tifosi è stata la scelta di posizionare Veretout in cabina di regia. Al di là della posizione, il francese ha sbagliato tanto, troppo, è apparso distratto, poco presente. Che siano le voci di mercato a distrarlo?

Mancano dieci giorni alla semifinale di Coppa Italia. Occorre compattare il gruppo e la città: l'impresa di Bergamo è ardua, ma nel calcio mai dire mai. Montella ha tanto da lavorare, in questi giorni deve riuscire a trovare una quadra, ritrovare la vena realizzativa di Chiesa e Muriel, e sperare nell'orgoglio dei suoi ragazzi.

 

Articolo di Giacomo Cialdi


L'Opinione del Tifoso

L'Intervista al Tifoso

Il Punto di Giacomo Cialdi

Le Esclusive di Alé Fiorentina

Le News dai Viola Club

Le Glorie Viola

Gli aneddoti del Notaio

  • Pan per focaccia 11-04-2019 13:22:39

    Il 12 aprile 1970 era in programma la terz’ultima giornata del Campionato 1969-1970. La Fiorentina stava...

    Leggi tutto...

Informazioni Utili