MiniBanner

Lutto1-copia.jpg

Anche se la mente dei tifosi viola è già a Bergamo per il ritorno della semifinale di Coppa Italia, alle porte c'è la sfida casalinga contro il Torino di Mazzarri: una sfida da affrontare nel modo giusto e da vincere per onorare al meglio la maglia della Fiorentina e un finale di stagione che deve chiudersi al meglio. Per parlare della gara tra gigliati e granata e non solo, Alé Fiorentina ha intervistato in esclusiva il doppio ex Sandro Cois, in viola dal 1994 al 2002.

 

Cois, che gara dobbiamo attenderci al Franchi tra Fiorentina e Torino?

«Credo verrà fuori una bella gara, ma equilibrata. Forse i viola partono un po' favoriti, per il fatto di giocare in casa. È l'ultima spiaggia per gli uomini di Pioli se non vogliono dire addio all'Europa».

 

A proposito di Pioli, come valuta l'operato del mister viola?

«Stefano è un uomo di valori e un buon allenatore, ma è inutile girarci intorno: nel calcio contano i risultati. Il campionato della Fiorentina ha avuto un andamento oscillante, con tanti alti e bassi, ed è normale che i tifosi siano un po' contrariati di vedere la propria squadra in quella posizione di classifica. Non so se Pioli verrà confermato per il prossimo anno, moltissimo dipenderà da quest'ultima parte di stagione: se i gigliati dovessero centrare l'Europa, forse ci sarebbe la conferma».

 

In caso di addio, chi vede bene sulla panchina della Fiorentina?

«In testa ho un solo nome: Eusebio Di Francesco. Non lo dico soltanto perché è un amico e lo conosco bene, ma anche perché credo nel suo modo di lavorare. È un allenatore giovane ma che ha già fatto esperienza, ha fatto la gavetta e ha dimostrato di saper reggere le pressioni di una piazza complicata come Roma. Potrebbe fare molto bene a Firenze!».

 

Con il campionato praticamente concluso, si pensa già al mercato estivo: cosa si aspetta per Chiesa e Veretout?

«Sono due giocatori incredibilmente importanti per la Fiorentina, su questo non c'è dubbio. Penso sia più facile trattenere Veretout che Chiesa. Federico è l'uomo-copertina, sta facendo grandi cose e credo arriveranno grosse offerte per lui in estate. Rifiutare squadre come Real Madrid o Manchester United non è semplice. Il sogno dei tifosi ovviamente è poter ripartire da entrambi. Vediamo, intanto c'è da chiudere bene la stagione».

 

Intervista di Giacomo Cialdi

 

Seguici anche su Facebook: https://www.facebook.com/AleFiorentina1926/


L'Opinione del Tifoso

L'Intervista al Tifoso

Il Punto di Giacomo Cialdi

Le Esclusive di Alé Fiorentina

Le News dai Viola Club

Le Glorie Viola

Gli aneddoti del Notaio

  • Pan per focaccia 11-04-2019 13:22:39

    Il 12 aprile 1970 era in programma la terz’ultima giornata del Campionato 1969-1970. La Fiorentina stava...

    Leggi tutto...

Informazioni Utili