MiniBanner

Lutto1-copia.jpg

La Fiorentina ha ritrovato la vittoria e, forse, ha scaricato un po' di tensione emotiva accumulata nelle scorse settimane. Domani sera a San Siro contro il Milan ci sarà un test impegnativo che dirà molto sulla crescita della squadra. Per parlare di tutto questo, Alé Fiorentina ha contattato Cecilia Casalini, Presidente del Viola Club Donne Viola.

 

Finalmente la Viola è tornata alla vittoria dopo un'attesa quasi infinita. Cecilia può essere la svolta per la squadra di Montella?

«Deve essere la svolta! Abbiamo una squadra con ottimi giocatori, e non mi riferisco solo a Ribery e Chiesa, ma anche a giocatori come Dalbert e Castrovilli... quindi abbiamo le potenzialità per ricominciare a vincere».

 

Ribery è già diventato un pupillo di Firenze, Chiesa sta crescendo di condizione, secondo te quanto ci vorrà per vedere la miglior Fiorentina?

«Ribery, colui che è stato definito da molti troppo vecchio, sta dimostrando a tutti cosa significa essere un fuoriclasse; Chiesa sono convinta che stia crescendo di condizione anche grazie a Ribery, che come vediamo anche durante le partite riesce da solo a trascinare tutta la squadra.

Per vedere la miglior Fiorentina, come dissi già a suo tempo, ci vorrà pazienza ma sta già venendo fuori... e se fosse inserita di una punta sarebbe una squadra completa».

 

Montella, da qualche settimana ormai, è criticato da un’ampia fetta di tifoseria. Tu che giudizio hai sul tecnico? Pensi meriti fiducia?

«Sarò sincera, a volte Montella fa delle scelte incomprensibili, soprattutto per quanto riguarda i cambi in partita, per non parlare del fatto che adesso si è impuntato a giocare senza punta. Quello che vorrei è soffrire meno, guardare le nostre partite è sempre un sali e scendi di emozioni: segnano e sei felice, poco dopo però arriva il gol degli avversari che ti spegne l’entusiasmo, quindi ti viene spontaneo pensare che forse Montella sbaglia qualcosa. Perché diciamocelo, siamo stufi di patire! Quindi fiducia a Montella? Non lo so, ora come ora voglio aspettare di vedere come andranno le prossime partite».

 

A cominciare da domani, quando andrà in scena Milan-Fiorentina. Che gara ti aspetti? Con quale modulo giocheresti?

«Milan-Fiorentina è una partita tutt'altro che semplice, ma vincere è obbligatorio!

Per quanto riguarda il modulo, userei è il 4-3-3 perché fino a che userà il 5-3-2 Vlahovic, Pedro, Sottil o Montiel ecc... saranno giocatori inutili. Ed è un peccato perché sono forti e quindi tutto tranne che inutili».

 

Intervista di Giacomo Cialdi

 

Seguici anche su Facebook: https://www.facebook.com/AleFiorentina1926/

 

 


L'Opinione del Tifoso

L'Intervista al Tifoso

Il Punto di Giacomo Cialdi

Le Esclusive di Alé Fiorentina

Le News dai Viola Club

Le Glorie Viola

Gli aneddoti del Notaio

Informazioni Utili